Programma di prenotazione hotel wubook

LA VALLE DEL CESANO

LA VALLE DEL CESANO

Senigallia (km24)

Sigismondo Pandolfo Malatesta può esser considerato il “rifondatore” avendo eretto le mura difensive ed i bastioni nell’ area in cui sorge la Rocca Roveresca del Laurana. Il massimo splendore lo raggiunse con Papa Pio XI Mastai Ferretti. Nel 1853 il primo stabilimento balneare che dette l’avvio alla storia turistica della città soprannominata “spiaggia di velluto”. Da vedere: il Palazzo Ducale, il Palazzetto Baviera, la Rocca, il Foro Annonario, i Portici Ercolani, la Cattedrale di San Pietro e Paolo. Evento estivo molto sentito il Jamboree, un tuffo nella società degli anni ’50.

Mondavio (km 20)

“Mons Avium”(monte degli uccelli) il suo simbolo è una Palomba. Celebre per la Rocca roveresca (1482-1492) nel cui fossato si trovano macchine da guerra dell’epoca; ogni 13-14-15-agosto la rievocazione storica “La Cacciata”, ricostruzione dei fasti del’ 500 con cena a base ricette medioevali. Da vedere: la Rocca Roveresca di Giorgio di Francesco Martini con suggestiva ricostruzione ambientale interna, l’ex Convento dei Cappuccini, la Collegiata dei Santi Pietro e Paolo, il Teatro Apollo.

Corinaldo (km30)

La cinta muraria difensiva più lunga e meglio conservata delle marche, scorci particolarmente suggestivi. Festa di Halloween molto sentita e famosa.

Pergola (km 48)

Antica cittadina pedemontana dal fascino ancora intatto e dai cibi e vini che occorre conoscere, quali la “Vernaccia di Pergola”, vitigno autoctono dai profumi di viola irripetibili. Da vedere assolutamente il Museo dei Bronzi Dorati, gruppo scultoreo di epoca romana (50 a.c.) in bronzo dorato a dimensione naturale, di sorprendente bellezza, composto da due cavalieri e da due vestali, unico al mondo. Possibile visita a numerose cantine di vini di alta qualità.

Genga (km 80)

Non può mancare una visita alle suggestive Grotte di Frasassi dalle spettacolari “sale” illuminate sapientemente dal regista cinematografico Cesarini Sforza da Senigallia.