URBINO

URBINO

50 min |  2 h | Map : 

Patrimonio della umanità UNESCO, splendore del rinascimento, sede dell’Università Carlo Bo e della Galleria Nazionale delle Marche, città natale di Raffaello Sanzio; scorci e salite ”mozzafiato” . Il Palazzo Ducale con i suoi particolarissimi Torricini voluto da Federico da Montefeltro, è il simbolo stesso del rinascimento Italiano. Dal prato della Fortezza dell’Albornoz se ne gode una visione frontale destinata a rimanere nella memoria per sempre perché innamorarsene è inevitabile.

Da vedere assolutamente ad Urbino

Il Palazzo Ducale anche sede della Galleria Nazionale delle Marche ove ammirare opere di Raffaello Sanzio, suo padre Giovanni Santi, Piero Della FrancescaPaolo UccelloLuca SignorelliTizianoGiusto Di GrandPedro Berruguete, Barocci, Gentileschi e la famosa “Città Ideale”, attribuita a Francesco di Giorgio Martini od al Laurana.

L’Oratorio di San Giovanni, con l’ imponente ciclo di affreschi della Crocefissione di Cristo realizzata nel 1415 dai fratelli Lorenzo e Jacopo Salimbeni , la Casa di Raffaello, la Rampa Elicoidale di Francesco di Giorgio Martini che conduceva alle stalle ducali per oltre 300 cavalli, la Chiesa di San Bernardino Mausoleo dei Duchi di Montefeltro, la Chiesa di San Francesco ed il Convento dei Frati Minori, realizzati allo stato attuale dall’Architetto Luigi Vanvitelli, il Duomo neoclassico, l’ Orto Botanico, il Museo Diocesano, il Museo Archeologico Lapidario, il Museo della Città, Il Museo della Incisione Urbinate.

Da gustare la “crescia sfogliata”, focaccina friabile ottima col prosciutto, con la salsiccia ed erba di campo e la “casciotta d’Urbino”, formaggio di pecora a pasta molle.